UN “CENTRO” IN GRANDE SPOLVERO! (2-3 Febbraio 2020)

Published by amministratore on

Grande successo della manifestazione che si è disputata a Gerenzano (Varese) e numeri da capogiro per l’edizione numero 17 del trofeo di judo Città di Como.

Nei due giorni di gare, sui sei tatami allestiti nel palazzetto dello sport di Gerenzano, sono saliti complessivamente 1.006 atleti, con il boom nella giornata di domenica 3, con 611 judoka (dagli Esordienti nati nel 2008 ai Cadetti del 2003).

Una “folla” incredibile che ha dato vita ad un centinaio di “pool” che hanno tenuto incollati sulle poltrone i numerosi spettatori.

È stato un altro successo organizzativo per il Sankaku Como che ha portato questa manifestazione ai massimi livelli nazionali. «Ci siamo trovati costretti a chiudere le iscrizioni con qualche giorno d’anticipo -spiega il presidente Francesco Maganetti -. Quando abbiamo raggiunto quota mille, abbiamo deciso di respingere altre adesioni. E così, a malincuore per i giovani atleti, che ci tenevano ad esibirsi, abbiamo dovuto negare la partecipazione ad un centinaio di Esordienti e Cadetti».

L’altissimo numero di iscritti è anche la causa dell’emigrazione del Città di Como, fuori provincia.

Per il secondo anno il palazzetto di Gerenzano è stata la location.

Con un po’ di rammarico per gli organizzatori, spinti alla dolorosa scelta dalla mancanza di strutture simili nel territorio comasco e di Como città. Maganetti ha dovuto prendere ieri un’altra dolorosa scelta. «Abbiamo deciso di annullare la gara a squadre per gli Esordienti – spiega il presidente del Sankaku Como -. Non per capriccio ma per rispetto verso gli atleti e gli spettatori. Per rispettare i tempi di chiusura previsti e non creare ritardi, abbiamo scelto di non far disputare la prova a squadre. Una decisione che, alla fine, si è rivelata vincente, visto che abbiamo rispettato i tempi, cosa tutt’altro che scontata nelle gare di judo».

Sabato si è disputata la prima prova del Gran premio Dan 1°, 2° e 3° grado per Junior e Senior. Medaglia di bronzo per il nostro portacolori MARCO VERRONE che con i punti conquistati raggiunge l’agoniato traguardo della cintura nera; la prima per il “CENTRO JUDO TEAM” nel 2020.

Marco perde il primo combattimento ma si riscatta brillantemente nei tre successivi arrivando meritatamente sul podio.

.Tuttavia non è stato il solo risultato positivo quello di Marco, ma anche le nostre categorie minori si sono ben comportate ottenendo ottimi risultati e parecchi podi.

Nella categoria degli Esordienti A, oro per Sarà Postiglione e bronzo per Martina Rocchietti.

Buone ma sfortunate le gare di Iulia Granaci 5º (a un passo dalla medaglia) e Mattia Bertot che esce nei randori preliminari.

Nella categoria Esordienti B il livello si è letteralmente alzato e la fortuna non ha permesso ai nostri ragazzi ri raggiungere il podio; Federico Machiorlatti, Filippo vallino e Leonardo Galizia giungono tutti al quinto posto.
Nei Cadetti cedono nelle eliminatorie Marco Milano, Alessia Continanza, Mario Dall’Agnola e Matteo Salomone.

Sempre nel week appena trascorso domenica a Giaveno si è svolto il tradizionale Trofeo Jigoro Kano al momumentale palasport di Giaveno

Per i nostri piccoli Samurai hanno raggiunto il il gradino più alto del podio Sorritelli Francesca, Amadio Kevin, Vallino Anna.

Argento per Bruno Giovanni , Nicotra Alessandro, Amadio Giulia, Cabodi Francesco, Chiritoiu Stefania e Del prete Alessandro.

Bronzo per Marchio Gaia, Speciale Matteo, Chiritoiu Cristian, Marongiu Luca, Del Prete Beatrice, Ribella Davide e Speciale Riccardo.

Il 2020 è il cinquantesimo anniversario dell’ASD CENTRO i nostri ragazzi stanno lavorando duro per rendererlo memorabile.


0 Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

en_USEnglish
it_ITItalian en_USEnglish